Sarina Thai - Creativemodels Agenzia Modelle Brescia
area riservata

Sarina Thai

Creative-Models-Agenzia-Modelle-Brescia-Sarina-Thai

Sarina Thai


 

Essere se stessi

 


 

Anche stavolta scegliamo di raccontare una storia diversa. fatta di sacrifici, sogni e in fine realizzazione degli stessi. Vi raccontiamo di Sarina Thai, la conoscete?

 

Un sogno ad occhi aperti

Come spesso succede in questi casi, Sarina si sentiva diversa, il suo copro non era corretto, non era quello che sentiva. Aveva la passione per la moda ma doveva combattere con i pregiudizi, frequentando una scuola per ragazzi, ma lei era diversa. Dentro di se sentiva che c’era qualcosa che non funzionava.

 

Il momento della scelta

Un giorno si trovò a vedere una sfilata di moda, un incontro organizzato dalla stessa scuola che frequentava. E’ arrivato in quel momento, guardando le modelle sfilare, la decisione che quella era la sua strada, e nulla più l’avrebbe fermata. Da quel momento Sarina, un bambino di nome Nijshanaaj Sudlarphaar, da lì la scelta di cambiare e vivere quello che più sentiva. Dopo l’operazione Sarina poteva intraprendere la carriera di modella e così fece.

 

Le prime sfilate

Sarina cominciò a sfilare in Thailandia, come fanno tutte le ragazze alle prime armi. Frequentava un scuola per modelle a Yo Yossavedee partecipando per qualche negozio di abbigliamento. Ma voleva qualcosa di più, desiderava confrontarsi con status della moda più elevati e così sogna di sfilare a New York alla Fashion Week. E così accade. L’ Sarina si sente accolta, non ci sono pregiudizi, ognuno sceglie di essere ciò che vuole. E così diventa la prima modella thai transgender a sfilare in tempio della moda.

 

Difficoltà e vittorie

Sarina, prima di riuscire nel suo intento, affronta molte difficoltà. Per prima cosa trovare un’agenzia che la sostenga e che creda in lei. Per non parlare di qualche esperienza negativa sui set fotografici. Lavorava in un ristorante Thai per poi correre da un casting all’altro nella speranza di avere una possibilità, quella che fa la differenza. Dopo il suo successo Sarina decide di tornare in Thailandia, dove vuole rompere gli schemi della societa che associano una transgender al culto del sesso, alla prostituzione. Così venivano viste le ragazze “diverse”. Nonostante le difficoltà Sarina studia, lavora laureandosi in informatica e crea anche una sua linea di abiti da sera. Che dire, complimenti.

Icona Transgender

Sarina è consapevole che tanto di quello che è riuscita ad ottenere lo deve anche al supporto della propria famiglia e di chi ha creduto in lei. Sa perfettamente di essere stata fortunata e vuole che molte altre ragazze abbiano la stessa possibilità. Per questo decide di essere un esempio per tutte. Le rimane solo un desiderio, apparire sulla copertina di Vogue e noi le auguriamo questo e anche altro. E che la sua storia possa far nascere nel mondo una nuova era di comprensione per tutto ciò che ci circonda.

 

Torna alle news>>>

Elle, leggi di più >>>

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.